Festa della Vendemmia 2015

12 settembre 2015 - Masseria Faraona 

A settembre il profumo dell’uva pervade le campagne pugliesi e la raccolta dei grappoli migliori anima coloro che nel vino individuano un nettare prezioso. Vino poesia della terra. Vino spirito vitale di antiche civiltà che ne pregustavano l’inebriante sapore durante la vendemmia, momento folkloristico e socializzante in cui il lavoro si trasformava in festa. 

Oggi come ieri, la vendemmia porta con sé la condivisione di sentimenti positivi, il desiderio di vivere la propria terra sporcandosi mani e piedi, mentre l’anima si rinfranca al suono delle creature della natura e ai canti spensierati che fanno da colonna sonora a un tempo dolce e pregno di semplici gesti. Un momento di festa che Masseria Faraona vuole condividere con gli amanti del vino e dei rituali mai perduti; con chi vuole riscoprire la bellezza del tempo lento; con chi vuole vivere la Murgia nutrendosi dei suoi odori e dei suoi sapori, illuminarsi di gioia e dei colori del cielo che all’imbrunire si fanno più sinceri e penetranti predisponendo gli animi alla convivialità. 

Ritorno alle origini e insieme scoperta di autenticità locali: questo è la FESTA DELLA VENDEMMIA 2015 organizzata da Masseria Faraona che, oltre a riproporre la tradizionale raccolta manuale dell’uva e la sua pigiatura a piedi nudi, ospiterà produttori di tipicità nostrane realizzate secondo antichi procedimenti e utilizzando solo materie prime autoctone pugliesi. Il “Tratturo della Gastronomia”, che tutti i partecipanti potranno percorrere sostando ai vari punti del gusto dedicati alle tante specialità di cui è ricca la tradizione gastronomica murgiana e pugliese, rappresenterà un autentico itinerario nella cucina pugliese ancora oggi caratterizzata da ingredienti semplici e da antichi procedimenti di lavorazione di materie prime genuine.  

Accarezzati dalla brezza settembrina tipica dell’Alta Murgia e riscaldati da un buon calice di vino Masseria Faraona sarà possibile gustare bontà da forno al “Forno della Tradizione” dove saranno sfornate calde e croccanti focacce realizzate con semola di grano duro Selezione Casillo. Il viaggio nella gastronomia pugliese potrà proseguire passando per la “Braceria” e per le “Bontà di latte”, prodotti caseari tipici pugliesi; ci si potrà fermare al “Mercato delle Primizie” per apprezzare la freschezza del variegato mondo ortofrutticolo pugliese, stuzzicare frutta secca e snack Agricola del Sole alla postazione “Passatempo”, lasciarsi conquistare da panini e bruschettoni realizzati con l’originale Pane di Altamura farciti con erbe selvatiche murgiane, cipolle di Acquaviva e altre tipicità pugliesi dop presso l’area “La Murgia nel panino”. Alla “Bottega dei Dolci”, invece, innumerevoli dolci secchi e con crema, espressioni autentiche della tradizione dolciaria pugliese che ancora oggi si è soliti preparare a casa nei giorni di festa e nei momenti di aggregazione. 

La FESTA DELLA VENDEMMIA 2015 Masseria Faraona nasce con l’intento di celebrare il territorio di origine, la sua cultura contadina e la sua tradizione enogastronomica, ma vuole anche regalare momenti di divertimento, spensieratezza e arte. Per questo durante la serata tutti i partecipanti potranno assistere allo spettacolo equestre dell’Accademia “Il Nero Luminoso” e lasciarsi coinvolgere dall’esibizione del gruppo musicale Luigi Palumbo & Aquarata che celebra gli usi e i costumi coratini, e pugliesi in generale, con testi in vernacolo e suoni di chiara ispirazione etnico-popolare.  

All’interno della Masseria mostra fotografica ed evento proiettivo inedito a cura di Barbara Martusciello con Rotarian Gourmet di Ciriaco Acampa e i fotografi Nicola Auciello, Eliana Bambino, Federica Campochiaro, Danilo Cannone, Elisa Castoro, Stefano Esposito, Franz Gustincich, Luigi Ieluzzo, Emanuele Mancini, Vito Martimucci, Anna Maria Mazzei, Andrea Miconi; installazioni artistiche “Le carte del vino” a cura di Angelo Palumbo; personale d’arte “Visioni dell’invisibile” a cura dell’artista Gregorio Sgarra.   

L’evento, che si protrarrà fino a tarda notte con dj set a cura di Papaceccio, ospiterà anche la prima edizione dell’iniziativa “Una rosa in testa”: a 30 donne sarà chiesto di piantare una rosa a capo di un filare di vigna che assumerà il suo nome. Con l’“adozione” del filare ciascuna donna potrà, nel corso dell’anno, visitare il proprio filare, assistere alla vendemmia e alla vinificazione. Ogni anno le sarà riservata una bottiglia di vino ottenuto proprio dalle sue uve.  

Si ringrazia per la collaborazione:  

Selezione Casillo – Corato (BA) • Agricola del Sole – Corato (BA) •Consorzio Qualità Tipica Puglia – Acquaviva delle Fonti (BA) • Mezza Pagnotta – Ruvo di Puglia (BA) • Matarrese S.r.l – Alberobello (BA) • Macelleria Cipriani – Terlizzi (BA) • Mocc – Terlizzi (BA) •Salumificio Santoro S.r.l. – C.da Marinelli – Cisternino (BR) • Scatigno Aldo (“IL CASARO”) • Ferrarelle Riardo (CE) • Pasticceria Noviello – Altamura (BA) • Caseificio Querceta – Putignano (BA) • Il Pane di Nunzio - Altamura (BA) • Dalla Dispensa di Maria – DIVI CONSERVE di Delvecchio Domenico – Mariotto (BA) • Cesteria Rurale di Vincenzo Carlone - Minervino Murge (BA)